Sei nella pagina  Italia
oppure Seleziona un altro Paese

DHL SUPPLY CHAIN E BANCO FARMACEUTICO

11 ANNI DI PARTNERSHIP PER CONTRASTARE LA POVERTÀ SANITARIA E MIGLIORARE L’ACCESSO AI FARMACI

Comunicato stampa: Milano, 8 febbraio 2022

  • Nel 2021 consegnati più di 1milione di DPI e apparecchiature per un peso di oltre 60t
  • In occasione della 22ª Giornata di Raccolta del Farmaco l’azienda conferma il suo impegno mettendo a disposizione la propria esperienza per donare un aiuto concreto a chi si trova in difficoltà


DHL Supply Chain,
società del Gruppo DHL specializzata nella gestione di servizi logistici integrati per le imprese, da 11 anni è al fianco di Banco Farmaceutico per contribuire al successo dell’iniziativa nella lotta contro la povertà sanitaria.

Dal 2011 la società fornisce un aiuto concreto all’iniziativa e conferma il proprio sostegno di “Charity” supportando anche quest’anno la GRF - Giornata di Raccolta del Farmaco giunta alla sua 22ª edizione (#GRF22) che, dall’edizione scorsa, dura una settimana da martedì 8 a lunedì 14 febbraio 2022 così da consentire un maggior afflusso di donazioni.

Anche per questa importante iniziativa, DHL Supply Chain mette a disposizione la propria esperienza e il proprio know-how fornendo mezzi e personale per l’approvvigionamento degli enti coinvolti, supportando i programmi volti a migliorare l’accesso ai medicinali, come il ricevimento, il controllo e la corretta conservazione e distribuzione dei farmaci provenienti dalle aziende farmaceutiche aderenti al progetto di Banco Farmaceutico.

Dai primi mesi dell’emergenza sanitaria la società del Gruppo tedesco è in prima linea e contribuisce attivamente a consegnare a farmacie ed ospedali DPI e apparecchiature medicali (tutti i tipi di mascherine chirurgiche, igienizzanti, termometri infrarossi, guanti monouso e farmaci generici). Nel solo 2021 DHL Supply Chain ha consegnato per Banco Farmaceutico oltre 1 milione di articoli, gestendo carichi per oltre 60t.

In Italia oltre 17mila farmacisti e 14mila volontari faranno il turno in farmacia per raccogliere i farmaci di automedicazione donati da tutti coloro che vorranno contribuire a questa importante causa.

“Il contributo che da ormai 11 anni forniamo alla causa di Banco Farmaceutico è motivo di orgoglio e rientra nei nostri progetti di corporate social responsability – afferma Antonio Lombardo, Presidente e Amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy –. Con le nostre esperienze in campo farmaceutico e medicale cerchiamo di supportare in maniera concreta questo progetto di lotta alla povertà sanitaria, soprattutto in questo difficile periodo storico”.

Il Banco Farmaceutico, fondazione Onlus nata nel 2000, conta l’adesione di circa 5.000 farmacie distribuite in tutte le province e in più di 1.900 comuni. A beneficiare dei farmaci saranno 1.800 enti assistenziali quotidianamente impegnati nella lotta contro la povertà sanitaria. Attualmente sono 48 le Aziende collaboratrici che forniscono una consistente parte dei farmaci donati agli Enti. Mediante il progetto «donazioni aziendali» DHL Supply Chain supporta l’approvvigionamento di oltre 156 enti assistenziali.

«La speranza per il nostro Paese è anche responsabilità di ognuno di noi, e si alimenta anche con piccoli gesti di gratuità. Invitiamo chiunque può permetterselo a donare uno o più medicinali per chi ha bisogno. Perché c’è l’esigenza delle persone indigenti, a cui possiamo rispondere in maniera concreta partecipando alla GRF. E perché compiere un semplice atto di altruismo come questo, andando apposta in farmacia per donare un farmaco, è un modo per farci carico ciascuno di una parte della speranza di tutti», ha dichiarato Sergio Daniotti, Presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Nella scorsa edizione della GRF sono state raccolte oltre 465.000 confezioni di medicinali per un valore di oltre €3 milioni, ma è stato possibile soddisfare solo una parte delle richieste degli Enti assistenziali.

Il 9° Rapporto sulla Povertà Sanitaria realizzato da Banco Farmaceutico presenta un primo bilancio sugli effetti della Pandemia da Covid-19 sull’andamento della povertà economica nel nostro paese: nel 2020 le persone in povertà assoluta hanno raggiunto il numero record di 5 milioni 602 mila unità (1 milione in più rispetto al 2019), con un aumento più pronunciato nelle regioni del Nord Italia, maggiormente colpite dalla diffusione dei contagi e dal blocco delle attività economiche legate al mercato.