Italia
#PerL'e-commerce

Come esportare in Giappone: fai crescere il tuo e-commerce

Vivien Christel Vella
Vivien Christel Vella
Vivien è un'esperta di marketing internazionale che consiglia i clienti sul modo migliore per raggiungere nuovi mercati.
Tempo di lettura: 8 min.
Condividi su
facebook sharing button
linkedin sharing button
twitter sharing button
Smart Share Buttons Icon Condividi
two ladies looking at tablet screen

Il Giappone è un paese altamente sviluppato con un grande potere d'acquisto, una popolazione digitalmente matura e una forte penetrazione di carte di credito e smartphone. Le normative commerciali del Giappone sono facili da navigare e le sue leggi fiscali sono relativamente semplici.

Leggermente al di sotto della media globale, ma la crescita dell'e-commerce in Giappone (CAGR 2023-2027) è molto forte per una nazione sviluppata, ad esempio confrontando questo dato con la crescita del 7% del Regno Unito.1

Panoramica del  mercato

L'e-commerce in Giappone è ancora in crescita. La penetrazione degli utenti (il numero di consumatori adulti che utilizzano regolarmente l'e-commerce) ha raggiunto il 78,5% alla fine del 2023 e si prevede che raggiungerà il 92,8% entro il 2027. Si tratta di una crescita impressionante considerando l'elevato livello di sviluppo economico del Giappone nel mondo: è la terza economia più grande dopo gli Stati Uniti e la Cina.2

Il Giappone è stato relativamente lento nell'adottare lo shopping online, ma la diffusione sta crescendo rapidamente. Grazie a questa popolarità in costante aumento, ogni anno l'e-commerce si aggiudica un ulteriore 0,5% della quota di vendita al dettaglio totale. La possibilità di ricevere rapidamente i propri acquisti gioca un ruolo importante nella crescita dell'e-commerce: la velocità e la convenienza sono indatti fondamentali per gli e-shopper giapponesi. 3

 

Le tendenze dei consumatori

In crescita lo sharing, il noleggio, il riutilizzo e il ricondizionamento

Mentre i consumatori giapponesi preferivano la proprietà fino a non molto tempo fa, i consumer di oggi stanno rapidamente diventando più aperti allo sharing o al noleggio di articoli piuttosto che all'acquisto. Le categorie coinvolte in questa tendenza includono libri, biciclette, auto elettriche e persino abbigliamento.

Allo stesso modo, lo stigma associato all'acquisto di beni usati è in gran parte scomparso, soprattutto perché i consumatori apprezzano sempre più la sostenibilità rispetto al nuovo di zecca.

Servizi in abbonamento

I brand utilizzano gli abbonamenti per una vasta gamma di prodotti, dalle nuove auto ai prodotti per la cura della pelle e la bellezza. Il settore degli abbonamenti ha guadagnato molta popolarità durante la pandemia di Covid-19.

E-commerce in Giappone: da dove provengono le importazioni?

I principali partner commerciali per importazioni in Giappone nel 2022. 4

Cosa comprano gli e-shopper giapponesi?

A differenza di altri paesi, l'e-commerce in Giappone non è interamente dominato dalla moda e dall'abbigliamento. Il cibo, gli elettrodomestici e gli articoli per l'arredamento d'interni sono altrettanto popolari.

Ecco i principali settori dell'e-commerce B2C in Giappone a partire dal 2021 (in miliardi di yen giapponesi)5:

Dove acquistano online gli acquirenti in Giappone?

I cinque marketplace più popolari in Giappone6

Visitatori annuali, dic 2022

Le opzioni di pagamento più popolari in Giappone

Le carte di credito sono il metodo di pagamento più popolare per gli acquisti online tra gli acquirenti digitali in Giappone. 7

Un altro metodo di pagamento popolare in Giappone è il pagamento nei minimarket (noti come Konbini): circa un terzo dei pagamenti vengono effettuati in questa maniera, attraverso i55.000 minimarket sul territorio nazionale. Questo metodo è particolarmente popolare tra gli adolescenti senza conto bancario o carte di credito.

Anche il pagamento in contrassegno è relativamente comune, con circa il 20% degli acquirenti online che utilizza questo metodo in quanto trasmette loro un senso di sicurezza e permette di mantenere l'anonimato quando effettuano acquisti online.

Festività ed eventi da tenere d'occhio

Come molti paesi, il Giappone ha numerose festività ed eventi nazionali che gli e-commerce possono sfruttare nel proprio business:

  • Gli acquisti di regali aumentano durante San Valentino, il White Day (14 marzo) e il giorno di Natale 
  • Molti giapponesi vanno in vacanza durante il capodanno Giappone o Shogatsu (28 dicembre - 3 gennaio) e Obon, il festival delle lanterne (5 giorni a metà agosto) e tendono ad essere assenti da casa.
  • Hatsu-Uri (Saldi di Capodanno) si svolge all'inizio di gennaio.
  • I saldi invernali sono a febbraio, principalmente per gli articoli di moda

 

 

  • La vendita di Shin Sei Katsu (Back to School & New Life Sales) va da marzo all'inizio di aprile (recentemente a partire da metà febbraio).
  • I saldi della Golden Week si svolgono dalla fine di aprile all'inizio di maggio.
  • Il Black Friday di novembre si sta gradualmente diffondendo in Giappone, ma non è così popolare come negli Stati Uniti.
  • La vendita bonus si svolge in estate/inverno (i bonus stagionali vengono pagati due volte l'anno in Giappone all'inizio di luglio e a metà dicembre) a giugno-luglio e dicembre.

 

 

Strategia di ingresso nel mercato: consigli per il successo dell'e-commerce in Giappone

Abbiamo chiesto dei consigli agli esperti locali di DHL in Giappone per aiutarti a superare le sfide più comuni quando esporti in questo mercato:

  • Trova un distributore giapponese. Affidarti a un distributore giapponese può aiutarti a navigare nel mercato locale e rendere più facile la vendita dei tuoi prodotti in Giappone.
  • Comprendi gli standard di certificazione giapponesi. Assicurati di aver compreso gli standard di certificazione che si applicano ai tuoi prodotti in Giappone. Ciò contribuirà a garantire che i tuoi prodotti soddisfino i requisiti necessari e possano essere venduti nel mercato giapponese.
  • Scegli un fornitore di servizi di spedizione affidabile che ti aiuti a spedire i tuoi prodotti in Giappone. Comprendere le procedure e i requisiti di importazione per la spedizione dei tuoi prodotti in Giappone è fondamentale. Gli indirizzi e i codici postali giapponesi devono essere elencati in modo molto accurato, poiché molti nomi di città e strade possono sembrare simili.  
  • Offri consegne rapide e flessibili e seleziona accuratamente cosa vendere. I consumatori giapponesi sono ormai abituati a servizi di consegna flessibili che offrono tempi di consegna regolabili, inclusa la consegna in un giorno. Le case e gli spazi abitativi/lavorativi in Giappone tendono ad essere abbastanza piccoli, quindi gli articoli per la casa di grandi dimensioni o i mobili venduti da marchi internazionali tendono a non essere molto richiesti.
  • Vendi su piattaforme di e-commerce giapponesi. Prendi in considerazione la possibilità di vendere i tuoi prodotti su piattaforme di e-commerce popolari in Giappone. Questo può aiutarti a raggiungere un pubblico più ampio e aumentare le tue vendite.

Pratiche commerciali in Giappone: norme per l'importazione e lo sdoganamento

I prodotti alimentari in vendita devono essere chiaramente etichettati in giapponese per indicare il loro paese di origine ed eventuali allergeni. Le leggi sull'igiene alimentare si applicano anche ad altri prodotti collegati al cibo, come gli utensili da cucina.

Gli apparecchi e i materiali elettrici devono soddisfare norme e requisiti tecnici, che influiscono sulla loro etichettatura e, di conseguenza, sulla loro vendita o esposizione.

Per proteggere l'ambiente, la maggior parte delle aziende è tenuta a riciclare alcuni tipi di materiali di imballaggio, tra cui vetro, carta e plastica.

Le piante e i prodotti agricoli sono soggetti a requisiti di quarantena. 

Grazie all'accordo di partenariato economico tra Unione Europea e Giappone, istituito nel 2019, per alcuni prodotti di origine preferenziale UE esportati in Giappone, come ad esempio cosmetici, prodotti tessili e calzature, è prevista la soppressione o riduzione dei dazi, offrendo vantaggiose opportunità di business per gli e-commerce europei.

DHL offre ulteriori informazioni attraverso lo strumento gratuito My Global Trade Services.

 

Scarica la nostra guida per esportare in Giappone

Ora che hai scoperto tutte le opportunità offerte dal mercato giapponese, scopri come prepararti per coglierle al massimo con la nostra guida gratuita.

Vuoi far approdare il tuo e-commerce in Giappone?

Assicurati di partire con il piede giusto. Richiedi un abbonamento DHL Express per la tua azienda per ricevere consigli sulle spedizioni internazionali e tariffe competitive.